CON DANIEL LUMERA NEL PROFONDO DEI MANTRA

Daniel Lumera è un ricercatore spirituale, un docente, un conferenziere e un autore di molti best-sellers internazionali quali “21 Giorni per Rinascere” (il libro più venduto sul benessere in Italia, Mondadori, 2018), “La Via della Leggerezza” (Mondadori, 2019) e “La Cura del Perdono” (Oscar Bestseller Mondadori, 2017), ma è soprattutto guida e riferimento nella pratica della meditazione ed esperto nell’area delle scienze del benessere, della qualità della vita e nell’educazione alla consapevolezza. Ma soprattutto è colui che ha dedicato la sua vita, fin qui, ad una vera ricerca per portare pace e benessere tra gli ambiti della società che più lo richiedono.

In carcere, ad esempio, o nelle scuole o negli ospedali. La sua presenza è magnetica, ciò che dice e racconta ci suona familiare dentro e ogni incontro con Daniel finisce per essere quasi un rito di iniziazione, un momento in cui chi ascolta dice a se stesso: ecco, é così!

Per questo YogaFestival, che fa della ricerca di un benessere diffuso attraverso la pratica dello yoga il suo scopo, è felice di ospitare Daniel domenica sera, 20 ottobre. L’incontro, che si svolge in due fasi, è dedicato a presentare l’ultimo dei suoi tanti progetti: Manas Trayati sono i due vocaboli da cui ha origine la parola Mantra. E al potere curativo del Mantra – potere conosciuto da millenni nella storia dell’uomo – è dedicato un importante seminario previsto per il prossimo anno dal nome, appunto, di Manas Trayati.

Sono due i momenti dell’incontro: nella prima parte Daniel ci introdurrà alle Attivazioni Bioenergetiche, pratiche utili a rigenerare e aumentare la propria forza ed energia vitale, migliorando la qualità della nostra vita; utilizzando tre elementi (respirazione, intenzione, visualizzazione) si produce una riattivazione della propria energia vitale con un conseguente stato di purificazione, duraturo benessere psicofisico, rilassamento profondo e rallentamento dei processi di invecchiamento.

La seconda parte vede l’arrivo di un ospite – Rashmi Bhatt apprezzatissimo percussionista – e con l’utilizzo del suono delle tabla si andrà alla scoperta di come Bija, Mantra e Bhajan lavorino nel corpo, nelle emozioni, nella psiche e nella coscienza producendo profondi cambiamenti in noi e nell’ambiente circostante.

L’incontro è aperto a tutti fino a esaurimento dei posti (consigliata la prenotazione); si richiede per accedervi gratuitamente l’ingresso alla manifestazione.