Vuoi maggiori informazioni? Scrivici a info@yogafestival.it

Nuzzo Antonio

Viene iniziato nel 1969 alla meditazione da Mataji Hiridayananda di Rishikesh. Segue con assiduità l’insegnamento di André e Denise Van Lysebeth, con i quali elabora la conoscenza teorica e pratica di Hatha e Tantra Yoga. Tra i maestri a cui deve la sua formazione Swami Buha, Sannyasin (monaco errante), Nil Hahoutoff, Swami Satyananda di Monghyr, Swami Satchidananda, Swami Gitananda di Lawspet, Sri Sri Sri Swami Satchidananda con il quale pratica Hatha Yoga. Incontra Vimala Thakar in Svizzera e inizia un percorso di ricerca perseguendo la via del silenzio. Vive a Roma, insegna attualmente al Centro Studi Yoga Roma.
Prossimi appuntamenti
10:30 - 11:30
Sala Riflessioni Yoga
Conduce: Nuzzo Antonio
Data: 21 October 2018
Ora di Inizio: 10:30
Ora Fine: 11:30
Contributo: €0.00 (EUR)
16:30 - 18:00
Sala Riflessioni Yoga
Conduce: Nuzzo Antonio
Data: 20 October 2018
Ora di Inizio: 16:30
Ora Fine: 18:00
Contributo: €0.00 (EUR)
13:00 - 14:15
Sala Riflessioni Yoga
Conduce: Nuzzo Antonio
Data: 20 October 2018
Ora di Inizio: 13:00
Ora Fine: 14:15
Contributo: €0.00 (EUR)
12:15 - 14:15
Sala 1

ATTENZIONE! I POSTI PRENOTABILI ONLINE SONO TERMINATI,  LE PRENOTAZIONI CONTINUANO SUL POSTO SABATO 20 E DOMENICA 21.

In questo secondo appuntamento Nuzzo riprende il tema già affrontato venerdì, nella Masterclass: la relazione tra respiro e movimento diventa il modo loro di comunicare. Il respiro in āsana, un antico rituale di purificazione che possa sostenere la pratica di āsana. Scoperta e/o risveglio di una sensibilità adeguata alla pratica del respiro, che possa sostenere movimenti ritmici anche del corpo, e di una sensibilità invece più sottile per comprendere il ruolo del respiro nel pranayama.

Conduce: Nuzzo Antonio
Data: 21 October 2018
Ora di Inizio: 12:15
Ora Fine: 14:15
Contributo: €25.00 (EUR)
Dove: Sala 1
17:30 - 20:15
Sala 1

ATTENZIONE! I POSTI PRENOTABILI ONLINE SONO TERMINATI,  LE PRENOTAZIONI CONTINUANO SUL POSTO SABATO 20 E DOMENICA 21.

Il fare non è una garanzia, l’azione potrebbe essere un mezzo insufficiente, la ricerca di un risultato una prigione, il desiderio un condizionamento, non è vero che in un corpo sano alberga una mente sana, l’amore è l’unico mezzo capace di realizzare la conoscenza. Educarsi all’amore è la via, praticare yoga significa imparare ad amare gli strumenti che la vita ci ha offerto e saperli usare con arte e rispetto.

Il seminario è indirizzato a chi ha voglia di scoprire l'ardore e la libertà nell’azione; a chi ha voglia di scoprirsi per crescere nella conoscenza. Insieme si darà spazio alle vere priorità che alimentano la via dello Hatha-Yoga, tralasciando le vecchie abitudini e dando valore alla totale consapevolezza di tutto ciò che accade nello stesso istante.

Progressione di āsana in sequenze caratterizzando l’impostazione, la tenuta, la durata, la coscienza profonda, interiore e globale. Accesso al pranayama caratterizzando il respiro come supporto alla coscienza sottile e profonda, le mudrā da utilizzare in prānāyāma per sostenere un profondo messaggio simbolico e l’immobilità maestosa, tempio dell’Essere.

Conduce: Nuzzo Antonio
Data: 19 October 2018
Ora di Inizio: 17:30
Ora Fine: 20:15
Contributo: €40.00 (EUR)
Dove: Sala 1